ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Carnevale, maschere ad Ascoli, nonostante freddo e covid

Polemiche a Offida per 'Bove finto' abusivo
Polemiche a Offida per 'Bove finto' abusivo
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ASCOLIPICENO, 14 FEB – Nonostante il freddo
pungente e il concorso mascherato annullato causa Covid, c‘è chi
non ha saputo resistere ed ha comunque animato oggi il Carnevale
di Ascoli Piceno. Qualche ‘macchietta’ (personaggi che danno
vita a scenette comiche) si è presentata in piazza del Popolo
regalando battute e sorrisi, sotto l’occhio vigile delle forze
di polizia; nella piazza normalmente confluiscono migliaia di
persone per le giornate clou del Carnevale. Un gruppetto ha
rivisitato in dialetto ascolano l’arrivo del Coronavirus dalla
città cinese di Whuan. Dall’Inghilterra è arrivata anche la
regina Elisabetta. In maschera anche alcuni bambini. Presi
d’assalto i bar per il rito dell’aperitivo.
E’ invece polemica a Offida dove, nonostante l’ordinanza
sindacale di divieto del tradizionale “Bove Fint”, qualcuno ha
comunque voluto mettere in scena la corrida stile Pamplona con i figuranti nel fantoccio del bue, scatenando le ire dei
concittadini e in particolare quella del sindaco Luigi Massa che
ha definito l’iniziativa isolata “una deplorevole, assurda messa
in scena, irrispettosa di tutta la città, con un bove
fantoccio”. “Il bove è di Offida – ha aggiunto – ed Offida e gli
offidani meritano rispetto. Questa gentaglia non ha diritto
alcuno di vestire quei colori a tutti cari. Ne subiranno le
conseguenze, ma in primis meritano lo spregio di tutta la
città”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.