This content is not available in your region

Covid: inchiesta Bergamo, prosegue acquisizione atti

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Convocati dirigenti ministero Salute su piano pandemico
Convocati dirigenti ministero Salute su piano pandemico

(ANSA) – MILANO, 11 GEN – Sono ancora in corso le
acquisizioni di documenti nei vari uffici del ministero della
sanità da parte della Gdf e della Procura di Bergamo che da
qualche settimana stanno raccogliendo ulteriori atti per
ricostruire se l’Italia, con l’affacciarsi dell’emergenza
Coronavirus, era o meno dotata di un piano pandemico aggiornato
o se, come è emerso da una serie di deposizioni, in primis
quella del ricercatore dell’Oms Francesco Zambon, il piano che
era a disposizione a marzo e con data 2017 era davvero un
copia-incolla di quello del 2006. Il piano pandemico, al di là delle recenti questioni che
hanno investito l’Organizzazione Mondiale della Sanità e delle
contrapposizioni, come si evince dalle dichiarazioni pubbliche,
tra Zambon e Ranieri Guerra, direttore vicario dello stesso Oms,
è diventato in sostanza il capitolo portante dell’indagine sulla
gestione del Covid nella Bergamasca, che riguarda la mancata
istituzione della zona rossa, l’anomala apertura e chiusura
dell’ospedale di Alzano e le morti nelle Rsa. E proprio per chiarire il tema architrave dell’inchiesta tra
una decina di giorni verranno sentiti come presone informate sui
fatti 4 se non 5 dirigenti-tecnici che lavorano negli uffici
del ministero. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.