ULTIM'ORA
This content is not available in your region

No Tav in piazza a Torino, usare soldi dell'opera per sanità

Manifestazione per ricordare la 'battaglia' di Venaus
Manifestazione per ricordare la 'battaglia' di Venaus
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – TORINO, 05 DIC – I No Tav tornano in piazza a
Torino. Circa duecento i manifestanti che si sono ritrovati in
piazza Castello, davanti al palazzo della Regione Piemonte, per
ricordare l’8 dicembre 2005, quando in migliaia bloccarono a
Venaus, in Val di Susa, i lavori di trivellazione della
Torino-Lione. “I nove miliardi che vorrebbero spendere per il solo tunnel
della Torino-Lione, devono essere investiti nei presidi sanitari
pubblici, nel personale, nell’assistenza medica territoriale”,
dicono oggi i manifestanti. Di sprechi per le grandi opere ha
parlato anche Nicoletta Dosio, la 73enne tornata libera da
qualche settimana dopo aver scontato una condanna a un anno tra
carcere e domiciliari. In collegamento telefonico con la piazza,
la pasionaria No Tav ha sostenuto che ogni metro della Tav vale
160 mila euro, ovvero i costi di cento giorni di terapia
intensiva. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.