ULTIM'ORA
This content is not available in your region

>ANSA-IL-PUNTO/COVID: Sardegna sfonda quota 20mila contagi

Tornano a crescere i contagi e aumenta pressione su Intensive
Tornano a crescere i contagi e aumenta pressione su Intensive
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CAGLIARI, 26 NOV – Nel giorno in cui in Sardegna si
sfonda quota 20mila casi dall’inizio della pandemia, l’isola
registra un nuovo aumento dei contagi da Covid-19, 405 in 24
ore, e dei ricoveri in ospedale, +20 nei reparti non critici. Ma
a preoccupare di più è la crescita della pressione sulle terapie
intensive: sebbene oggi l’Unità di crisi regionale registri tre
pazienti critici in meno, l’Agenas segnala che la percentuale di
saturazione sale al 41%. Si tratta di un salto dell’11% rispetto
al limite fissato dal ministero della Salute come soglia limite,
ma in linea con la media nazionale che si attesta sul 44%. Calano invece le degenze Covid nei reparti di area medica e
gli ospedali sono già pronti ad acogliere altri positivi nelle
strutture dedicate aperte proprio in queste ore. E’ il caso del
nuovo reparto attivato all’ospedale Marino di Alghero: per ora 5
posti letto che entro fine dicembre diventeranno 40. Ma anche il
nuovo ospedale da campo della Croce Rossa Italiana, allestito a
Nuoro, dovrebbe diventare operativo nei prossimi giorni. Pronta
da quasi un mese, la struttura potrà contare su medici e
infermieri della Cri – tra i sei e i 10 – che inizieranno a
lavorare appena sarà formalizzata l’intesa raggiunta con Ats per
la gestione dei 20 posti letto non intensivi. A Nuoro
arriveranno anche alcuni medici militari, già attivi nel
drive-through per effettuare i tamponi a supporto dell’attività
della Assl. Intanto nell’Isola si contano anche oggi cinque decessi. E
tra coloro che non ce l’hanno fatta c‘è Salvatore Murru, 58
anni, presidente della Camera penale di Nuoro. Da alcuni giorni
era ricoverato nel reparto di Terapia intensiva a Nuoro, ma le
sue condizioni si sono aggravate. Oggi in tribunale sono state
sospese tutte le udienze. In lutto anche il mondo
dell’allevamento ovino: a 64 anni è morto uno dei pastori in
prima linea nelle proteste per la battaglia sul prezzo del
latte, Giovanni Ena: a darne notizia uno dei portavoce del
movimento, Gianuario Falchi. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.