ULTIM'ORA
This content is not available in your region

ANSA-IL-PUNTO/COVID: in Sardegna numero dei morti resta alto

Regione, entro marzo 67 milioni per aiutare le imprese
Regione, entro marzo 67 milioni per aiutare le imprese
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CAGLIARI, 17 DIC – Calano i contagi da coronavirus
in Sardegna ma resta alto il numero delle vittime. Nell’ultimo
aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati
268 nuovi casi (-137) e 11 decessi (634 in tutto). Crescono,
anche se di poco, i ricoveri in ospedale che registrano un +8
nei reparti non intensivi (complessivamente sono 558) e un -1 in
quelli intensivi (56 in tutto).
La situazione rimane comunque di allerta. Nell’ultima settimana
secondo l’ultimo monitoraggio della Fondazione Gimbe l’Isola
registra una situazione in peggioramento sia per quanto riguarda
i casi attualmente positivi per 100mila abitanti, 938 (+7,9%)
che per i casi testati per 100mila abitanti, 1.155 (+10,3%). I
posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti Covid,
invece, restano sopra la soglia del 30% (32%).
Buone notizie arrivano sul fronte degli aiuti alle aziende e su
quello della tecnologia legata al monitoraggio e prevenzione del
virus. È stato pubblicato il bando per il fondo “Resisto”
previsto dalla legge salva-Sardegna approvata nello scorso
luglio per far fronte all’emergenza economica legata alla
pandemia. I 67 milioni del fondo destinati a micro, piccole,
medie e grandi imprese e ai lavoratori titolari di partita Iva
saranno erogati entro marzo 2021. Le domande potranno essere
presentate dal 30 dicembre sino al 31 gennaio 2021. “Siamo i
primi in Italia ad aver messo in campo uno strumento che taglia
il totale costo del lavoro – sottolinea il governatore Christian
Solinas – si tratta di sovvenzioni dirette a fondo perduto che
evidenziano il massimo impegno della Giunta nell’ottimizzare le
risorse del bilancio regionale per far fronte in maniera più
puntuale alle esigenze di imprese e imprenditori del
territorio”.
Sul fronte della tecnologia, mentre dal Crs4 arriva una nuova
piattaforma digitale per pianificare gli interventi in casi di
emergenza come alluvioni e per gestire anche i dati a
disposizione sulla pandemia, la Assl di Nuoro ha acquistato 50
dispositivi di tele-monitoraggio utili per tenere sotto
controllo la broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco), in
pratica un sistema per monitorare a distanza i pazienti colpiti
da coronavirus. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.