ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Dpcm: corteo di protesta a Viareggio

Manifestazione sul lungomare di esercenti delusi da norme limite
Manifestazione sul lungomare di esercenti delusi da norme limite
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – VIAREGGIO (LUCCA), 27 OTT – Manifestazione promossa
da commercianti e esercenti a Viareggio (Lucca) stamani contro
il Dpcm Covid-19 e la chiusura delle attività. C’erano
ristoratori con pentole e sedie, menù sventolati, titolari di
palestre, scuole di ballo e danza, tutti uniti, circa 200
persone che hanno chiesto al Governo di rivedere l’orario della
chiusura delle loro attività, fissato alle 18, e di allungarlo
almeno alle 23. C’erano striscioni e cartelli su cui si leggeva
frasi tipo “Se lavorare non è un diritto, pagare le tasse non è
più un dovere” e ancora “Lavoro uguale dignità”, “Viareggio c‘è,
uniti ce la faremo”. “Art. 1 l’Italia è una Repubblica fondata
sul lavoro, se non lavoriamo noi, non riscuotete voi”. In
sottofondo le note dell’Inno di Mameli. “Noi siamo italiani -
dice un ristoratore fra i manifestanti – ed è per questo, visto
che abbiamo investito nella nostre attività e paghiamo
regolarmente le tasse, vogliamo essere tutelati. Tanti di noi
chiuderanno e tanti perderanno il posto di lavoro. I nostri
ristoranti sono sicuri, non si contrae lì il virus”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.