ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid: Spirlì, sì assunzione 150 medici e 150 infermieri

Firmata ordinanza per reclutamento personale contro virus
Firmata ordinanza per reclutamento personale contro virus
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CATANZARO, 13 NOV – La Regione Calabria autorizza
l’ulteriore reclutamento di 150 medici e 150 infermieri
professionali per l’assistenza ai pazienti affetti da Covid-19.
Il presidente facente funzioni della Giunta regionale Nino
Spirlì ha firmato una nuova ordinanza per la prevenzione e la
gestione dell’emergenza epidemiologica da Coronavirus. Lo rende
noto l’ufficio stampa della Giunta regionale. Con il provvedimento, il presidente dispone, per tutte le
aziende del Servizio sanitario regionale, “il completamento
delle assunzioni autorizzate con la Circolare del 31/03/2020 -
prot. 124025″. Viene dunque autorizzato “l’ulteriore
reclutamento di 150 medici e 150 infermieri professionali, da
assegnare alle singole aziende del Servizio sanitario regionale,
per l’assistenza ai pazienti affetti da Covid-19, in relazione
alla dotazione complessiva dei posti letto attivati nelle
diverse strutture ospedaliere”. L’ordinanza, inoltre, prevede
“di reclutare le figure professionali, utilizzando le
graduatorie predisposte dal dipartimento nazionale della
Protezione civile, a seguito dell’ordinanza del capo della
Protezione civile n. 709 del 24 ottobre 2020″. Il provvedimento stabilisce che, “sino alla scadenza
dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, al momento fissata
alla data del 31 gennaio 2021, con tutte le risorse reclutate,
saranno costituiti rapporti di lavoro di collaborazione
coordinata e continuativa, e che il corrispettivo della
prestazione lavorativa sarà commisurato al trattamento
economico, al netto di oneri e accessori, previsto dai contratti
collettivi nazionali di lavoro del personale del Servizio
sanitario nazionale per le medesime figure professionali”. Nell’ordinanza firmata da Spirlì si prevede, ancora, che
“alla copertura dei relativi costi si farà fronte: con le
disponibilità finanziarie residue, finalizzate col Decreto Legge
9 marzo 2020, n.14 e del decreto legge 18/2020 e loro successive
modifiche e integrazioni, sino alla scadenza dell’emergenza
epidemiologica da Covid-19 e con le disponibilità finanziarie di
cui alla riprogrammazione del Por Calabria 2014-2020″. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.