ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid: Napoli; mamme no Dad, è il giorno degli zaini sospesi

Proteste davanti ai cancelli di varie scuole della città
Proteste davanti ai cancelli di varie scuole della città
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – NAPOLI, 06 NOV – Zaini vuoti sospesi davanti ai
cancelli delle scuole chiuse. Protestano così mamme e bambini, a
Napoli, contro l’ordinanza di Vincenzo De Luca, presidente della
Regione Campania, che tiene le scuole chiuse, nonostante,
evidenziano, la classificazione di zona gialla. L’idea iniziale
era di appendere gli zaini e andare via, ma l’ampia
partecipazione ha trasformato la protesta delle cartelle in un
momento di attività all’aperto per i bambini, un modo per farli
incontrare per ricostruire, almeno in parte, una dimensione di
normalità. Alla protesta hanno aderito le mamme e i bambini delle scuole
Cuoco-Schipa, la Madonna Assunta, il Convitto Vittorio Emanuele,
la Costantinopoli e la Quarati. Tutto, anche in questo caso, è
nato da un tam tam sui sociale della Rete Scuole e Bambini.
Fuori scuola, i bambini hanno disegnato e affisso i loro
disegni. “Abbiamo il diritto di tornare a scuola”, recita uno di
questi lavoretti, mentre le mamme hanno portato uno striscione
con la scritta: “Arancione, gialla o rossa. In Campania scuole
chiuse e ospedali pieni”. Le mamme sono pronte a lavorare
insieme anche per presentare un nuovo ricorso al Tar contro le
ordinanze di De Luca che chiudono le scuole.
“E’ stato un momento di incontro per i bambini – spiega Valeria
Di Gennaro della Rete – Pensiamo, fin quando è possibile, di
farlo diventare un appuntamento periodico”. “Nonostante la Campania sia stata identificata come zona
gialla, qui abbiamo ancora le scuole chiuse – aggiunge – L’unica
spiegazione che ci siamo dati è che i bambini e le scuole sono
sacrificabili, non muovono interessi economici”.“Chiudere le
scuole – spiega – è per De Luca un modo per far vedere che
qualcosa lo sta facendo, coprendo mancanze e carenze su
trasporti e sanità”. “Non capiamo perché il Ministero non
intervenga – dice ancora – visto che non è una competenza
regionale quella relativa alla chiusura delle scuole”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.