EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Pescherecci: vescovo Mazara Vallo, 18 vite non hanno prezzo

Veglia per i 18 marittimi reclusi in Libia da oltre 50 giorni
Veglia per i 18 marittimi reclusi in Libia da oltre 50 giorni
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PALERMO, 24 OTT - Da un lato l'appello al governo a far presto, dall'altro vicinanza solidale alle famiglie. Così ieri sera il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero alla veglia di preghiera per i 18 marittimi che si trovano rinchiusi nella prigione di El Kuefia da più di 50 giorni. "Non si può perdere di vista che 18 vite umane non hanno prezzo - ha detto Mogavero - qualunque soluzione, anche basata su un onorevole compromesso, deve essere ricercata, bruciando i tempi, divenuti ormai troppo lunghi e gravosi per tutti: per i prigionieri e per chi ne attende la desiderata liberazione". Nella parrocchia San Lorenzo di Mazara piena di familiari e fedeli, Mogavero ha detto che il solo sforzo del governo "non basta". Ai familiari «"e sole parole di conforto non bastano e la stessa vicinanza dimostrata a loro in più modi e in più circostanze hanno un significativo valore simbolico, ma non alleggeriscono la pesantezza della loro pena e non risanano le ferite del cuore". Alla veglia ha partecipato anche l'Imam della moschea cittadina, Ahmed Tharwa. Tra i marittimi sequestrati ci sono anche 6 tunisini e 2 senegalesi. "Siamo in un momento di angoscia - ha detto l'Imam - siamo tutti una famiglia e preghiamo per l'unico Dio per la liberazione dei nostri fratelli". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Olimpiadi: tuffo nella Senna per la ministra dello Sport Oudéa-Castéra

János Bóka: "L'Europa deve avere rapporti diplomatici con la Russia"

Spagna: sette feriti nella festa a Pamplona, nessuno dalle corna dei tori