ULTIM'ORA
This content is not available in your region

'Tassisti rapinati a Milano per strafarmi di coca'

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Lo ha messo a verbale uno dei fermati. Gip conferma il carcere
Lo ha messo a verbale uno dei fermati. Gip conferma il carcere
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – MILANO, 16 AGO – “Ci siamo divisi i soldi (…)
siamo andati a comprarci cocaina (…) quella notte io ho
dormito nella stazione di Certosa, ero strafatto”. Lo ha messo a
verbale Mohamed Nassar, detto ‘Habib’, 27enne di origine
egiziana fermato assieme al 22enne Brian Mastrandrea per le due
“violentissime” rapine del 10 e 12 agosto ai danni di due
tassisti a Milano. La cruda confessione emerge dall’ordinanza
con cui il gip di Milano Raffaella Mascarino oggi ha convalidato
i fermi e disposto la custodia in carcere per entrambi. Anche Mastrandrea, difeso dal legale Robert Ranieli, “ha
ammesso gli addebiti – scrive il gip – precisando di essersi
indotto a commettere le rapine per procurarsi il denaro con cui
acquistare” la cocaina “al cui uso è dedito”. Dopo aver “bevuto
e fumato insieme a Brian”, ha raccontato ancora Nassar (difeso
dall’avvocato Francesco Beretta), assieme ad un altro ragazzo
“siamo andati in zona Duomo con l’idea di tirare su un po’ di
soldi”. E così “abbiamo pensato – ha aggiunto – di rapinare un
taxi”. Il primo tentativo è andato a vuoto: “siamo saliti a
bordo, quando ci siamo resi conto che si trattava di una signora
abbiamo deciso di non rapinarla”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.