Lascito umorista a Jesi, 2 mln per spostare fontana o niente

Morosetti voleva riportare opera in sito originale città
Morosetti voleva riportare opera in sito originale città
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - JESI (ANCONA), 12 SET - Il Comune di Jesi sta valutando se accettare o meno i 2 milioni di euro lasciati in eredità dal vignettista Cassio Morosetti, morto a 97 anni a marzo a Milano, con il vincolo di spostare la Fontana dei Leoni con obelisco da piazza Federico II all'originale collocazione di piazza della Repubblica. L'amministrazione sta effettuando verifiche tecniche e giuridiche, sondando la Soprintendenza, prima di pronunciarsi sulle volontà dell'artista jesino, autore per la Settima Enigmistica e il Corriere dei Piccoli (lo sceriffo Botticella), che in vita aveva già donato alla città natale 800mila euro per il centro Alzheimer. "Se non ci riesco da vivo, ci riuscirò da morto", aveva detto Morosetti a proposito del sogno di riportare la fontana del 1844 davanti al Teatro Pergolesi, dove si trovava fino al 1949. Qui Morosetti giocava da bambino, un luogo del cuore per lui. Se il Comune non ottempera, le somme saranno devolute a favore di due enti benefici di Milano (Fondazione Opera San Francesco per i poveri, Pane quotidiano) e della Lega del Filo d'Oro di Osimo. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: i russi vogliono conquistare Chasiv Yar entro il 9 maggio

Gli eurodeputati chiedono di sequestrare i beni russi congelati

Difesa: Rishi Sunak annuncia piano aumento spesa al 2,5 per cento del Pil