Acciaro, urgente protocollo per rientro protetto da Sardegna

Esperto Unità crisi regionale, "Governo si attivi subito"
Esperto Unità crisi regionale, "Governo si attivi subito"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CAGLIARI, 26 AGO - "E' opportuno che il Governo preveda con urgenza un protocollo per il rientro protetto dalla Sardegna di positivi asintomatici e persone in quarantena: queste persone devono poter tornare a casa, hanno con sè solo una valigia e vivono chiuse in una stanza, non è questa una condizione ottimale nè dignitosa". Così Marcello Acciaro, esperto dell'Unità di crisi della Regione Sardegna per l'emergenza Covid, intervistato da Sky Tg24 nel programma di approdondimento pomeridiano. Secondo Acciaro, questo accordo "deve arrivare in tempi strettissimi per consentire a tutti i turisti con tampone positivo effettuato in Sardegna e ai loro contatti ora in isolamento, di fare ritorno nei proprio luoghi di residenza. Meglio chiusi a casa priopria - spiega - che in una stanza di albergo o in appartamenti poco confortevoli". Quanto al negoziato in corso per la reciprocità dei test tra Lazio e Sardegna, Acciaro conferma che al momento l'intesa non c'è. "Ho sentito anche questa mattina l'assessore della Sanità Mario Nieddu: siamo ancora in fase di trattativa, nessun accordo finora è stato chiuso", chiarisce. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Le notizie del giorno | 24 aprile - Pomeridiane

Crisi climatica, Ue: torna freddo dopo i picchi di caldo a rischio i frutteti

Crisi in Medio Oriente: quale futuro per la difesa comune europea