ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Migranti: a Bergamo indagate 80 persone

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Prosegue inchiesta su onlus accusate di truffa a danni Stato
Prosegue inchiesta su onlus accusate di truffa a danni Stato
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – BERGAMO, 18 GIU – La procura di Bergamo sta
proseguendo l’invio delle informazioni di garanzia alle persone
coinvolte nell’inchiesta, iniziata nel 2017 e riguardante il
periodo 2017-18, sulla gestione dei contributi pubblici
destinati all’accoglienza dei migranti da parte di strutture
bergamasche. Le persone indagate sarebbero in tutto un’ottantina. Tre sono
ai domiciliari: padre Antonio Zanotti, 73 anni, fondatore della
cooperativa ‘Rinnovamento’ di Antegnate; la presidente della
coop Anna Maria Preceruti, 58 anni, di Antegnate e l’economo
Giovanni Trezzi, 39 anni di Crema. Le accuse nei loro confronti
sono di associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai
danni dello Stato, allo sfruttamento del lavoro e
all’inadempimento di contratti di pubbliche forniture e il
riciclaggio. Nessuna richiesta di misura cautelare, invece, per
la cooperativa Ruah e l’associazione Diakonia, legate alla
Caritas di Bergamo: 38 gli avvisi di garanzia su questo fronte.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.