ULTIM'ORA
This content is not available in your region

AstraZeneca: in Italia raccomandato agli over 60, in Spagna pure (più o meno)

euronews_icons_loading
Vaccino AstraZeneca
Vaccino AstraZeneca   -   Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Una decisione adottata in via precauzionale: in Italia il passo indietro su AstraZeneca avviene con cautela dopo l'annuncio dell'Agenzia Europea del Farmaco (EMA), che ha confermato la possibilità di rari eventi di trombosi cerebrale associati alla somministrazione del vaccino.

Da Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore della Sanità, le ultime indicazioni che arrivano dal confronto con le autorità sanitarie: "La posizione di fatto decisa dal ministro della Salute, Roberto Speranza, dopo una discussione con le diverse figure istituzionali è quella di raccomandare l'uso preferenziale (di AstraZeneca) per chi ha più di 60 anni".

Secondo i dati attuali, le persone colpite da eventi trombotici sono circa una ogni 100mila vaccinati sotto i 60 anni di età. Gli effetti collaterali sarebbero dunque residuali rispetto ai benefici apportati.

In Europa, su AstraZeneca, ciascuno per sé

Sulla questione non c'è però una posizione univoca. Se la Spagna si affianca all'Italia nella somministrazione del vaccino Astrazeneca agli over 60, così come la Germania, e la Francia lo consiglia agli over 55, i fuoriusciti britannici lo prevedono per le persone sopra i 30 anni.

In Spagna, AstraZeneca si utilizzerà solamente per le persone di età compresa tra i 60 e i 65 anni.

L'annuncio è arrivato dal Ministero della Salute, a conclusione di una riunione con le Regioni.

Non sono ancora chiare, invece, le modalità che riguarderanno coloro i quali, sotto i 60 anni, hanno già ricevuto la prima dose.

"La strategia di vaccinazione ora ruoterà intorno ad AstraZeneca - dice Carolina Darias, ministro della Salute - per quanto riguarda le persone di età superiore ai 60 anni: in riferimento alla seconda dose, la questione è invece da determinare, la prossima settimana speriamo di farlo".

Sinora, in Spagna quasi 6,5 milioni di persone hanno complessivamente ricevuto una dose di vaccino, poco meno di 3 milioni quelle che hanno già effettuato il richiamo con Pfizer o Moderna.

Vadim Ghirda/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
AP PhotoVadim Ghirda/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.

Ancora sospeso, per tutti, è invece in Danimarca e Finlandia, mentre il suo utilizzo non è stato ancora approvato negli Stati Uniti.

AstraZeneca, possibile una linea comune?

Sul fronte europeo, i ministri della sanità del blocco dei 27 cercano una risposta coordinata dopo le raccomandazioni dell'Agenzia europea per i medicinali.

"Bisogna farlo per non alimentare la sfiducia", ha detto il Commissario europeo per la salute, Stella Kyriakides.

"Il commissario Kyriakides chiede agli Stati membri di incaricare degli esperti per lavorare con l'EMA a un approccio coerente in tutta l'Unione europea in relazione agli studi sul gruppo di età - ha dettoStefan De Keersmaecker, portavoce della Commissione europea - Quindi, per quanto ci riguarda, il contratto con AstraZeneca è in corso. Ci aspettiamo dall'azienda, come abbiamo già sottolineato in diverse occasioni, la consegna di un numero sufficiente di dosi entro i termini necessari e prefissati ".