ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La CDU sceglie l'erede di Angela Merkel

euronews_icons_loading
La CDU  sceglie l'erede di Angela Merkel
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Questo sabato si conoscerà, forse, l'erede politico di Angela Merkel come presidente della CDU, il partito conservatore tedesco. Al congresso sono circa 1000 i delegati con diritto di voto. Un'occasione importantissima perché chi vince sarà il candidato alla cancelleria o avrà l'ultima parola.

L'elezione si è resa necessaria perché l'ex leader Annegret Kramp-Karrenbauer si era dimessa a febbraio non riuscendo a ottenere la maggioranza.

I candidati sono tre. Tutti maschi: il conservatore Friedrich Merz, il liberale Armin Laschet e Norbert Röttgen, l'outsider.

Succedere alla Merkel non sarà impresa facile

Merz ci riprova. Vuole rompere con l'era Merkel. Il politico economicamente liberale si era già candidato alla presidenza nel 2018, ma era stato sconfitto dalla Kramp-Karrenbauer. Dal 2000 al 2002 è stato capogruppo nel Bundestag fino a quando la Merkel non lo ha sollevato dall'incarico. Punta anche a recuperare gli elettori delusi che si sono rivolti all'estrema destra o non votano.

Laschet vuole invece continuare la politica della Merkel. Premier della Renania settentrionale-Vestfalia è l'unico candidato che ha dovuto prendere decisioni importanti durante la pandemia. Un vantaggio è uno svantaggio in quanto ha sostenuto da subito di allentare le misure di confinamento.

Röttgen potrebbe rappresentare invece una sorpresa. Nel 2012 ha perso l'elezione a Primo Ministro del Nord Reno-Westfalia. Successivamente la Merkel lo ha licenziato dal posto di ministro dell'Ambiente. Si descrive come moderno politico di centro e vuole combattere il cambiamento climatico.

Un dibattito che appassiona i tedeschi

Se nessun candidato ottiene la maggioranza, seguirà un ballottaggio e, comunque vada, il prossimo leader si ritroverà a gestire un’eredità pesantissima, sia dentro che fuori dalla Germania.