ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19, Organizzazione mondiale della Sanità: "Nuovi casi in calo, manteniamo alta l'attenzione"

euronews_icons_loading
Screengrab
Screengrab   -   Diritti d'autore  from AFP video
Dimensioni di testo Aa Aa

"Gli acquirenti usino il buon senso": questo il messaggio del Governo spagnolo mentre a Madrid lo shopping natalizio e le luci festive iniiziano ad attirare folla.

La Polizia ha sezionato aree di maggiore attrattiva per controllare il flusso, tuttavia il timore è che le persone si rilassino troppo, in considerazione dell'attuale tasso di infezione, al ribasso.

La sempre maggiore insofferenza riguardo alla pandemia e il desiderio di celebrare le prossime festività allarmano anche l'Organizzazione mondiale della Sanità (OMS), che annuncia buone notizie e un avvertimento.

"La scorsa settimana - dice Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS - si è assistito al primo calo dei nuovi casi segnalati a livello globale a far data da settembre, grazie all'efficacia delle misure difficili ma necessarie: questa è una buona notizia, ma va interpretata con estrema cautela, quanto guadagnato può essere facilmente perso".

from AFP video
Screengrabfrom AFP video

La Turchia sembra non seguire la tendenza generale, con nuovi casi e morti che hanno raggiunto livelli record nelle ultime settimane.

Il coprifuoco nei giorni feriali è stato imposto da oggi e vengono introdotti blocchi completi durante i fine settimana.

Anche in Galles, si patiscono nuove restrizioni: esperti medici avvertono che, se non si interviene, il numero di persone ricoverate potrebbe raggiungere la cifra di 2.200 entro metà gennaio.

"Pub, bar, ristoranti e caffè dovranno chiudere entro le 18 - afferma Mark Drakeford, Primo Ministro gallese - e non sarà consentito servire alcolici, dopo quell'ora si potranno fornire solo servizi da asporto".

Per altri, invece, nel Regno Unito la priorità è tornare a casa: in molte Università al via i test di massa per gli studenti, così da consentire loro di tornare alle loro famiglie per le vacanze di Natale.

Aperti centri temporanei, attraverso cui centinaia di migliaia di studenti verranno testati questa settimana prima di partire.