ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Un natale mai visto con pochi allentamenti nelle restrizioni

euronews_icons_loading
Un natale mai visto con pochi allentamenti nelle restrizioni
Diritti d'autore  Matt Dunham/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Le feste di natale saranno ben diverse dal solito quest'anno e in tutta Europa. In Francia bar e ristoranti rimarranno chiusi fino al 20 gennaio tuttavia il premier Castex incoraggia i francesi a visitare le 350 stazioni sciistiche dell'esagono. Molte delle località montane in tutta Europa sono state epicentro del coronavirus a marzo. "Certo, sarà possibile per tutti andare nelle stazioni sciistiche per godersi l'aria pura di montagna e i negozi che saranno aperti - tranne bar e ristoranti. In poche parole, tutti gli impianti di risalita e gli impianti pubblici saranno chiusi al pubblico" ha detto Jean Castex.

In Germania

Intanto la cancelliera tedesca Angela Merkel cerca soluzioni comuni per mantenere fermi gli impianti da sci fino all'inizio di gennaio. Sebbene Francia e Italia appoggino l'idea, l'Austria ha espresso la sua preoccupazione. La Merkel ha chiesto di avere pazienza poiché le restrizioni sono vigenti fino al 20 dicembre. "Oggi, quattro settimane dopo, possiamo vedere che queste misure hanno portato a una riduzione dei contatti di circa il 40 per cento; la drammatica crescita esponenziale di nuove infezioni è stata fermata. Ed è impossibile immaginare dove saremmo oggi se non avessimo fatto questo sforzo nazionale quattro settimane fa, quando erano la proporzione era ben peggio": ha spiegato la cancelliera.

Il rigore britannico

Nel frattempo anche nel Regno Unito il natale sarà tutto un'altra cosa rispetto agli altri anni. Il ministro alla sanità afferma che l'Inghilterra continuerà a subire rigide restrizioni ai raduni e quindi anche negli affari. Dal 2 dicembre, la maggior parte della Gran Bretagna resterà in stato di massima allerta.