ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: coprifuoco anche nel Lazio. Superato il milione di casi in Spagna

euronews_icons_loading
Covid-19: coprifuoco anche nel Lazio. Superato il milione di casi in Spagna
Diritti d'autore  Petr David Josek/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

I contagi in Italia hanno superato quota 15mila. Da questo weekend coprifuoco notturno anche nel Lazio, oltre alla Lombardia e alla Campania. La Lombardia è la regione che preoccupa di più per questo i centri commerciali resteranno chiusi nel weekend e da lunedì si farà la didattica a distanza nelle scuole superiori.

Le strutture sanitarie temporanee allestite nei padiglioni della Fiera di Milano e di Bergamo riaprono nei prossimi giorni e garantiranno al sistema lombardo i primi 201 posti letto aggiuntivi di cure intensive. A annunciarlo il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

A Bergamo invece funzioneranno 4 moduli da 12 posti letto. Queste nuove disponibilità saranno occupate in base allo stato di saturazione dei reparti di terapia intensiva 'Covid' degli ospedali".

Morto un volontario per il vaccino sperimentale

È morto uno dei volontari nella sperimentazione del vaccino contro il Covid-19 che è allo studio dal colosso farmaceutico Astrazeneca assieme all’università di Oxford. Lo rende noto l’università federale di San Paolo, in Brasile, dal momento che il volontario è di nazionalità brasiliana e che l’istituto di ricerca sta collaborando nella fase 3 del rilascio del vaccino. Al momento però non è chiaro se la persona deceduta abbia ricevuto dosi del vaccino o un placebo.

Spagna, superato il milione di casi

La Spagna ha superato il milione di casi di coronavirus. Si tratta del primo paese dell’Europa occidentale a raggiungere questa cifra. Il numero dei morti nella penisola iberica ha superato i 34mila unità.

Francia, verso la proroga dell'emergenza

L'allerta in Francia non è che all'inizio. Il governo vuole prolungare lo stato di emergenza fino a febbraio e applicare misure transitorie fino al primo aprile. Questo è quanto contenuto in un progetto di legge che sarà esaminato dall'Assemblea nazionale questo weekend. Presto, oltre alle 9 città già in coprifuoco, se ne potrebbe aggiungere altre. Spaventa il dato dei malati in terapia intensiva che ha superato le 2mila unità.

Regno Unito, South Yorkshire nella fase 3

Nel Regno Unito da sabato anche il South Yorkshire passerà al livello di allerta 3. Pub e bar resteranno chiusi e sarà vietato incontrare gli amici. In cambio il governo ha concesso alla regione 45 milioni di euro di aiuti. Ora anche all'aeroporto di Heathrow sono disponibili i test rapidi per i passeggeri con risultati in un'ora.

Germania, contagiato ministro della Salute

In Germania persino la Cancelliera Merkel si è spesa con un video-messaggio chiedendo ai cittadini di stare a casa. Anche il ministro della Salute, Jens Spahn, è stato contagiato. La scorsa settimana aveva divulgato le sue immagini mentre si vaccinava contro l'influenza per dare il buon esempio. Non si esclude la possibilità di nuovi lockdown locali. 1700 soldati son ostati impiegati per il tracciamento dei contatti dei positivi.

Europa dell'Est

Scuole chiuse e lezioni online a Bucarest per le prossime due settimane, provvedimenti suggeriti da un dato: 3 nuovi casi di coronavirus per 1000 abitanti registrati negli ultimi 14 giorni.

Era la linea rossa che si era data il governo per rintrodurre misure restrittive atte a contenere la diffusione del virus. Chiusi anche bar e ristoranti, cinema e teatri mentre la mascherina è obbligatoria in tutti gli spazi pubblici.

Il virus corre, 3400 nuovi casi registrati martedì, meno dei 4000 della scorsa settimana ma comunque il triplo rispetto a un mese fa.

Vietati anche gli assembramenti di più di sei persone mentre è scattato il coprifuoco dalle 21 di sera alle 6 del mattino.

Mascherina obbligatoria all'aperto anche in Bulgaria che registrava martedì più di 30 mila casi

Provvedimenti analoghi sono stati presi dalla Slovenia, dove la maggiorparte delle università sono passate ai corsi on line.

Il Paese era stato il primo, la primavera scorsa, a dichiarare la fine della pandemia, domenica scorsa si registarvano 537 nuovi casi e 289 ricoveri.

Giro di vite anche in Repubblica Ceca, dove è stata decisa la chiusura di negozi e si chiede di limitare tutti i movimenti se non strettamente necessari. Nelle ultime 24 ore si sono registarti quasi 12 mila nuovi casi.