ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid: crescono i contagi, giro di vite in tutta Europa

euronews_icons_loading
euronews
euronews   -   Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre il governo francese resiste all'idea di imporre un nuovo confinamento a livello nazionale, sono in crescita le autorità locali che aumentano le restrizioni nel tentativo di frenare la diffusione dei contagi da Covid-19. Nuove misure sono state assunte a Bordeaux e a Marsiglia, dove i casi positivi su 100.000 abitanti sono superiori alla media.

"Fiere, mercatini e feste del vicinato non saranno autorizzati. Saranno vietate anche le manifestazioni di protesta se non rispetteranno un rigido protocollo sanitario", spiega Fabienne Buccio, prefetta della Gironda.

Le nuove misure sono in parte dovute al timore che presto i reparti di terapia intensiva in localitâ come Marsiglia potranno risultare sovraccarichi. Secondo la denuncia di esponenti sindacali, ci sarebbero già dei siti "vicini alla saturazione",

Brusco giro di vite anche in Germania, dove fa discutere la salatissima multa comminata a una donna accusata di aver infranto l'isolamento da quarantena visitando diversi bar nonostante i sintomi del Covid-19. Secondo le autorità la donna avrebbe innescato un focolaio di infezione in Baviera.

"Agire da incoscienti ha delle conseguenze, dunque ha senso che le autorità sanitarie possano comminare, dopo un attento esame del caso, multe proporzionate. E questo deve valere come un avvertimento", ha detto il presidente del land Markus Soder.

Enfasi sull'ottimismo in Italia dove alla riapertura delle scuole di Vò Euganeo, in Veneto, primo focolaio italiano, ha presenziato anche il capo dello stato Sergio Mattarella. Si calcola che nel paese 6,5 milioni di studenti siano tornati tra i banchi, con mascherina e distanze sanitarie obbligatorie.