ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Scuola al via in Grecia con mascherine obbligatorie e divisori in plexiglass fra i banchi

euronews_icons_loading
Scuola al via in Grecia con mascherine obbligatorie e divisori in plexiglass fra i banchi
Diritti d'autore  يورونيوز
Dimensioni di testo Aa Aa

Tutto pronto in Grecia per il nuovo anno scolastico.

Come in Italia, gli studenti torneranno fra i banchi domani. Indossare le mascherine sarà obbligatorio per tutti, dall'asilo in su. Fra i banchi sono stati installati pannelli divisori in plexiglass e il disinfettante è distribuito in grande quantità.

Euronews ha visitato una scuola di Rafìna, una città sulla costa dell'Attica a trenta chilometri da Atene.

"Ci siamo resi conto dell'apprensione dovuta all'aumento di casi nel Paese - dice il sindaco, Evagelos Bournous - così abbiamo adottato queste misure di precauzione, che hanno riscontrato una reazione positiva dal mondo della scuola".

I fronti aperti, fra test e insegnanti che mancano

Il nuovo anno scolastico è una sfida senza precedenti per studenti, genitori e docenti. Qui nel comune di Rafina anche se sono stati messi pannelli divisori nelle classi, gli insegnanti adesso chiedono al governo di ridurre il numero di alunni per classe.

Il presidente della federazione insegnanti della scuola secondaria, Theodoros Tsouhlos, conferma: "Sì, abbiamo chiesto al Ministero dell'Istruzione di dividerli in gruppi. Perché in questo momento abbiamo classi con 25 - 28 allievi e vogliamo mettere un limite di 15 per ogni aula".

Le autorità greche hanno assicurato che alle scuole arriveranno scorte di mascherine in modo che ognuno, al suono della prima campanella, ne abbia almeno una.

Genitori scettici

Alcuni genitori non sono ottimisti sulla possibilità di far indossare le protezioni ai propri figli per una mattinata intera.

"Sarà difficile per quelli più piccoli - dice una mamma - I grandi sono già abituati, ma non so quanto sia sicuro. Non sono convinta che funzionerà".

Non ha dubbi un'altra passante intervistata dal corrispondente di Euronews, Michalis Arampatzoglou: "Secondo gli esperti anche i bambini devono indossarle, come tutti gli altri. In questo momento siamo all'aperto e non è necessaria, ma ovunque vada io la indosso sempre".

"Le maschere non vanno bene per i bambini - aggiunge un'intervistata - dobbiamo proteggerli in altro modo, per esempio diminuendo il numero di studenti per classe. "Un bambino può portare una maschera? - si chiede una donna - La butterebbe subito, nemeno noi le usiamo".

Anche in Grecia la richiesta dei sindacati è di assumere più insegnanti e una campagna di test per il personale durante tutto l'anno scolastico.