ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Russia: altro sabato in piazza a Chabarovsk, contro l'arresto del governatore Sergei Furgal

euronews_icons_loading
Proteste a Chabarovsk, Russia
Proteste a Chabarovsk, Russia   -   Diritti d'autore  AP Photo/Igor Volkov
Dimensioni di testo Aa Aa

1.500 persone hanno marciato per le strade della città di Chabarovsk, nella Russia estremo-orientale, per il settimo fine settimana consecutivo di proteste, dopo l'arresto a inizio luglio del governatore della regione. Sergei Furgal, accusato di essere il mandante di alcuni omicidi risalenti a 15 anni fa, nega tutte le accuse.

Per i suoi sostenitori, la sua detenzione ha un movente politico. "Questo è il sostegno al nostro governatore", spiega un avvocato. "Non lo abbandoneremo mai. È stata una nostra scelta. E saremo con lui fino alla fine". "Protesto ogni sabato, non posso protestare in settimana", dice una pensionata. "Protesto per la libertà dei miei figli e dei miei nipoti. Voglio la verità".

Sostegno a Navalny e Bielorussia

Durante la manifestazione di questo sabato, sono spuntati anche tanti striscioni di incoraggiamento all'oppositore Alexei Navalny, attualmente ricoverato a Berlino, dopo il presunto avvelenamento.

AP Photo/Igor Volkov
Un uomo tiene in mano un poster di Alexei Navalny, che recita: "Navalny è stato avvelenato, sappiamo di chi è la colpa, Alexei devi vivere!"AP Photo/Igor Volkov

Non sono mancati messaggi di sostegno al popolo bielorusso, che scende in piazza da giorni per chiedere nuove elezioni e il ripristino della vecchia costituzione.

AP Photo/Igor Volkov
Un manifestante tiene in mano un poster con la scritta "Viva la Bielorussia", durante la protesta a sostegno di Sergei Furgal, a ChabarovskAP Photo/Igor Volkov