ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Brexit: a che punto siamo

euronews_icons_loading
Brexit: a che punto siamo
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

La Gran Bretagna ha lasciato l'Unione europea lo scorso gennaio e sta attraversando un periodo transitorio per riorganizzarsi.

Lunedì la ministra dell'Interno Priti Patel comunicherà i dettagli del nuovo sistema di accoglienza degli stranieri post brexit. Quello che già sappiamo è che sarà a punti e privilegerà la manodopera qualificata.

Priti Patel ha incontrato a Calais il ministro dell'Interno francese Gérald Darmanin per siglare un accordo di collaborazione per fronteggiare l'immigrazione irregolare

Il Governo ha inoltre annunciato un pacchetto da 705 milioni di sterline, circa 788 milioni di euro, per gestire i confini a partire dal 1 gennaio 2021, quando il Paese non sarà più parte del territorio doganale e fiscale dell'Unione.Tra le misure è prevista l'istituzione di nuovi punti di controllo nell'entroterra, laddove i porti non siano in grado di gestire le verifiche supplementari richieste dalla nuova situazione.

Michael Gove, ministro dell'Ufficio di Gabinetto, ha dichiarato: "Dobbiamo aggiornare i nostri posti di frontiera per agevolare il commercio, ma bisogna anche fare in modo di avere confini sicuri per far fronte a minacce come la criminalità organizzata. Stiamo investendo in più personale e in tecnologia, per agevolare le aziende e al tempo stesso mantenere la promessa di riprendere il controllo del nostro Paese, come è stato votato dai cittadini".

Resta ancora in sospeso la questione del confine tra Irlanda del Nord e Irlanda, principale causa di frizione con Bruxelles. Il Ministro ha dichiarato nel programma del giornalista della BBC Andrew Marr che i dettagli del piano del governo verranno chiariti alla fine del mese.