ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La Croazia esce dalle elezioni politiche senza nessuna fiducia nella politica

euronews_icons_loading
La Croazia esce dalle elezioni politiche senza nessuna fiducia nella politica
Diritti d'autore  AP/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Il leader dell'opposizione croata Davor Bernardic ha annunciato le sue dimissioni dopo la sconfitta di Restart Coalition, la coalizione guidata dal suo Partito socialdemocratico alle elezioni parlamentari del Paese.

Restart è arrivata secondo con 41 seggi, mentre l'Unione democratica croata conservatrice del Primo Ministro Andrej Plenkovic (HDZ) ha consolidato il suo potere dopo aver preso il 37% dei voti.

Così il nostro corrispondente Zoltán Siposhegyi: "Tutta la Croazia sta parlando del numero 66. L'Unione Democratica Croata ha vinto questo numero di seggi in parlamento. Ma ora il numero 34 è più importante, perché l'affluenza è stata del 34%. Negli ultimi giorni abbiamo intervistato dozzine di persone e la maggior parte di loro ha detto: a loro non importa della politica e non votano, perché tutti i partiti offrono lo stesso. Andrej Plenkovic deve affrontare molte difficoltà adesso con una legittimità molto bassa, cosa non sarà facile. "

Dice una elettrice: "C'è corruzione dappertutto. Non cambia o migliora niente".

Un uomo aggiunge: "Assumono le persone che conoscono, la criminalità aumenta in politica e in tutto il paese".

Una coalizione della sinistra verde è entrata nel parlamento croato con 7 seggi. Un'altra grande sorpresa per le elezioni di domenica, quando la Croazia si unisce per la prima volta all'onda verde che ha avuto inizio nelle ultime elezioni europee.

Il movimento nazionalista della Patria si è piazzato terzo nella corsa, definendosi decisivo per la formazione della maggioranza. Ma Plenkovic ha già iniziato a esplorare un'alleanza con i partiti delle minoranze nazionali, la diaspora e altri piccoli gruppi.

Vuk Vukovic, analista politico dice: "Avremo una seconda elezione o un governo di minoranza instabile, che sarà un problema a causa della pandemia e degli effetti che la pandemia sta avendo sull'economia".

La stabilità politica è la chiave per affrontare la recessione economica che in Croazia potrebbe essere compresa tra il 9% e il 10% del Pil quest'anno.