ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Trump si accaparra il remdesivir, il farmaco anti-covid, l'Ue tratta con Gilead

euronews_icons_loading
 Gilead a Foster City, California, USA
Gilead a Foster City, California, USA   -   Diritti d'autore  Ben Margot/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

La corsa all'accaparramento non è detto che abbia un vincitore, perché se si tratta di trattamenti per il Covid-19, contro gli accaparratori si riversa lo sciame d'odio, oltre che pronte reazioni strategiche.

Poche ore dopo la notizia che gli Stati Uniti si erano assicurati la quasi totalità della produzione mondiale trimestrale di remdesivir, diverse voci di esperti si sono levate contro Washington e Bruxelles ha iniziato a muoversi per assicurarsi quello che ad oggi sembra essere l'unico farmaco che aiuta i malati di coronavirus.

"La Commissione europea sta attualmente negoziando con Gilead (la casa farmaceutica americana produttrice del remdesivir) per riservare dosi agli Stati membri dell'Ue", ha dichiarato Stefan De Keersmaecker, portavoce della Commissione europea. "La protezione della salute di tutti i nostri cittadini rimane una priorità fondamentale per la Commissione. La nostra decisione di accelerare il processo di concessione dell'autorizzazione all'immissione in commercio per remdesivir nei prossimi giorni dimostra il nostro impegno a garantire che i trattamenti scientificamente testati siano disponibili per i cittadini dell'UE."

La Commissione europea sta attualmente negoziando con Gilead per riservare dosi di redemsivir agli Stati membri dell'Ue
Stefan de Keersmaecker
portavoce della commissione europea

De Keersmaecker ha affermato che non è possibile fornire ulteriori dettagli a causa della riservatezza delle trattative.

Andrew Hill, senior visiting research fellow, dell'università di Liverpool non riesce a capire un simile atteggiamento:

"Non ho mai visto un Paese prendere tutte le forniture di un farmaco per il solo interno e non condividerlo ... dobbiamo ricordare che i pazienti di tutta Europa sono stati coinvolti in questi studi e hanno rischiato la propria salute per testare il farmaco. Dovremmo essere ricompensati come continente per aver fatto questo".

Il farmaco di Gilead insieme a uno steroideo è l'unico che sembra funzionare

Il farmaco anti-virale remdesivir brevettato dalla società di biotecnologie Gilead con sede negli Stati Uniti, è l'unico approvato dalla European medicines agency (Ema) per il trattamento di pazienti con il nuovo coronavirus. E dopo la mossa del dipartimento della salute americano, l'Europa potrebbe non avere più dosi fino all'autunno.

Le autorità statunitensi, infatti, si sono assicurate oltre 500.000 cicli di trattamento del farmaco fino a settembre, che "rappresenta il 100% della produzione prevista di Gilead per luglio, il 90% della produzione d'agosto e il 90% di produzione di settembre", ha affermato il dipartimento salute in una nota.

Il remdesivir riduce i tempi di recupero per i pazienti gravi ospedalizzati a causa del COVID-19 da 15 a 11 giorni. L'effetto non è stato osservato in pazienti con malattia lieve o moderata e gli Stati Uniti sono il Paese più colpito al mondo dalla pandemia. Il dottor Anthony Fauci, il principale esperto di malattie infettive negli Stati Uniti, ha anche avvertito che il conteggio dei nuovi casi quotidiani nel potrebbe aumentare a 100.000 al giorno se gli americani non stanno attenti.

Secondo il dipartimento salute, un corso di trattamento con remdesivir richiede una media di 6,25 fiale del farmaco e costa circa $ 3.200 (€ 2.850). Il farmaco è già stato approvato per l'uso negli Stati Uniti, in Giappone e nell'Ue. Secondo recenti studi anche uno steroideo, il desametasone, potrebbe aiutare i malati più gravi di Covid-19.

Gli Stati Uniti e la corsa all'accaparramento (non solo col remdesivir)

Gli Stati Uniti aveva provato ad arrivare primi anche col vaccino. Il governo tedesco ha denunciato a marzo un presunto tentativo degli Stati Uniti di acquisire i diritti esclusivi per un vaccino sviluppato da CureVac, una società farmaceutica con sede nella città sud-occidentale di Tubinga in Germania.

A maggio, il governo francese ha ricordato al colosso farmaceutico Sanofi, che la parità di accesso per tutti al vaccino in via di sviluppo "non è negoziabile" dopo che il CEO dell'azienda ha dichiarato ai media statunitensi che Washington avrebbe avuto la priorità.

Ad aprile, quando imperversava la battaglia internazionale per le mascherine, Berlino ha denunciato che gli Stati Uniti avevano dirottato un cargo di mascherine destinate alla polizia berlinese. Anche i francesi hanno denunciato un fatto analogo: un cargo di mascherine sarebbe stato dirottato verso gli Stati Uniti mentre stava partendo da un aeroporto cinese per raggiungere la Francia. washington pagava il triplo, pur di averle.