ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Arrestata Ghislaine Maxwell: procurava schiave sessuali minorenni a Epstein

euronews_icons_loading
Arrestata Ghislaine Maxwell: procurava schiave sessuali minorenni a Epstein
Diritti d'autore  John Minchillo/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Associazione a delinquere e adescamento di minori a scopi sessuali: sono fra i capi d'accusa che gravano su Ghislaine Maxwell, la complice di Jeffrey Epstin arrestata dall'Fbi nel New Hampshire. La figlia 58enne del magnate Maxwell è accusata di avere "reclutato, istruito diverse minorenni per farle abusare e di aver partecipando lei stessa alle orge". Insomma, un anello capitale del sistema di traffico e sfruttamento di minori creato da Epstein con decine di ragazzine che finivano fra le sue grinfie nelle sue lussuose case di Manhattan, Palm Beach, Isole Vergini. La donna dovrà rispondere anche di falsa testimonianza. Audrey Strauss, sostituto procuratore americano del distretto meridionale di New York è stata molto chiara in confenza stampa: "Maxwell era in rapporto personale e professionale con Jeffrey Epstein. È stata una sua intima sodale e lo ha aiutato ad abusare delle quattordicenni. Maxwell ha svolto un ruolo fondamentale nell'aiutare Epstein a identificare e fare amicizia con ragazze giovani che finivano nelle sue alcove. Maxwell in alcuni casi ha parecipato anche lei all'abuso delle giovani".

Un efficace lavoro psicologico sulle vittime

La procuratrice americana Strauss ha aggiunto che Maxwell preparava le ragazze affinchè accettassero gli abusi sessuali. Le vittime venivano ricoperte di regali, vestiti, soldi per farle sentire in debito. Tutto avveniva nelle lussuose dimore del miliardario dove poi si passava all'azione. "Dopo aver sviluppato un rapporto con le adolescenti - continua il procuratore Strauss - Maxwell ha quindi cercato di rendere normali gli abusi sessuali con le vittime attraverso un processo di schiavizzazione. Maxwell discuteva di argomenti sessuali con la vittima e si sarebbe spogliata davanti a lei e avrebbe presenziato ad atti sessuali coinvolgendo le vittime minori ed Epstein".

Il ruolo ambiguo del principe Andrew

Nel frattempo negli USA le porte rimangono aperte per ascoltare il principe Andrew del casato reale britannico che avrebbe negato qualsiasi coinvolgimento. "Diamo il benvenuto al principe Andrew che venga a parlare con noi. Vorremmo avere il vantaggio della sua dichiarazione": sostengono gli inquirenti di New York. La figlia avuta in tarda età dal magnate dei media Robert Maxwell, ha ripetutamente negato qualsiasi illecito ma intanto comparirà davanti ai giudici del New Hampshire e dovrà difendersi da accuse molto gravi.

La fuga è finita

La Maxwell si era rifugiata in una localita' del New Hampshire dopo che il finanziere Jeffrey Epstein si era suicidato in carcere. È lì che l'hanno individuata e arrestata gli agenti dell'Fbi. Era sparita dalla circolazione e solo una volta, lo scorso agosto, era stata avvistata e fotografata seduta ai tavolini all'aperto di un fast food a Los Angeles.