ULTIM'ORA
euronews_icons_loading
Berlino anti-razzista in piazza contro le violenze che avvengono anche in Germania

Più di mille persone in piazza contro il razzismo a Berlino fra una discreta presenza di agenti e in piena regola con distanziamento e uso di mascherine anticovid. Sulla Unter den Linden si sono dati appuntamento coloro che avvertono la minaccia razzista anche in Europa.

Una delle manifestanti si è espressa così al microfono: "In certi settori della polizia ci sono evidenti tendenze di destra cosa che rappresenta un grosso problema. Abbiamo inoltre persone che sono morte a causa delle violenza della polizia, anche in Germania, e non solo negli Stati Uniti. Si tratta quindi di un problema che è pure tedesco. Ecco perché è importante dimostrare qui e ora".

Una città con una comunità gay molto attiva

Preceduto dalla polizia il corteo si è mosso in sicurezza mentre altre 3000 persone hanno manifestato sempre nella capitale tedesca in una marcia contro la discriminazione nei confronti di gay, lesbiche e transessuali. Berlino è nota per ospitare ogni anno uno dei maggiori gay pride del mondo. La storia della post-modernità berlinese è sempre stata all'avanguardia nella trasformazioni sociali ed è per questo che Berlino vanta una delle scene gay più attive d' Europa oltre ad essere la prima città con un museo interamente dedicato al percorso storico verso la tolleranza sessuale.

Nella porzione sud-ovest, si trova un intero quartiere gay, Schöneberg (letteralmente "bella montagna"), dove esistono locali, saune, negozi, bed & breakfast, appartamenti e hotel gay-friendly. Luoghi in cui le bandiere arcobaleno sono di casa oltre ad essere un segnale esplicito di tolleranza verso tutti.