ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Slovacchia: assalto alla scuola elementare, due morti

euronews_icons_loading
Slovacchia: assalto alla scuola elementare, due morti
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

22 anni, forse un ex studente della scuola elementare scelta per la mattanza, che avrebbe potuto far registrare un bilancio ancor più drammatico: prima di essere abbattuto dalla polizia, il killer ha ucciso a coltellate il vice direttore dell'istituto scolastico, ferendo anche alcuni bambini.
È successo in Slovacchia, a Vrutky, nella regione di Martin, 220 km a nord-est della capitale Bratislava, vicino al confine con la Repubblica Ceca.

La ricostruzione dei fatti e il cordoglio

"Dal nulla, l'aggressore è arrivato alla scuola, ha rotto la porta in vetro dell'ingresso, ha fatto irruzione: è stato bloccato dal vice preside, che è stato ferito a morte. Poi l'aggressore è corso nella classe più vicina, dove ha aggredito gli insegnanti e i bambini. Dopo questo, ha cercato di fuggire dalla scena", la prima ricostruzione dei fatti del Capo della Polizia slovacca Milan Lucansky è stata seguita dalle parole di cordoglio del primo ministro Igor Matovic: "Sono davvero dispiaciuto per quanto è successo e porgo le mie più sentite condoglianze alle famiglie. Purtroppo ci sono dei pazzi che vivono in mezzo a noi e non possiamo impedire che tali atrocità si verifichino".

La polizia slovacca sta cercando di stabilire i motivi dell'aggressione.
Le scuole elementari hanno riaperto il primo giugno, con l’allentamento delle misure di sicurezza anti Covid-19.