Gori, da Renzi uscita infelice sui morti

Gori, da Renzi uscita infelice sui morti
'Modo sbagliato per rendere omaggio alle vittime del virus'
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 30 APR - "Mi pare un'uscita a dir poco infelice. Se Renzi voleva rendere omaggio ai nostri morti, il modo - coinvolgerli a sostegno della sua proposta di riapertura delle attività - è decisamente quello sbagliato": così il sindaco di Bergamo Giorgio Gori commenta le parole di Matteo Renzi, che oggi in Senato ha detto: "La gente di Bergamo e Brescia che non c'è più, se potesse parlare ci direbbe di riaprire". "Immagino che il leader di Italia Viva - prosegue Gori - volesse sottolineare l'attaccamento al lavoro della gente di Bergamo e di Brescia. Ma sostenere che le vittime del virus, se potessero parlare, 'vorrebbero' oggi la riapertura appare purtroppo stonato e strumentale. Sono certo che Renzi ha pieno rispetto del dolore di queste province: quella pronunciata al Senato è però una frase decisamente fuori luogo".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ungheria, fiducia ritrovata nella Svezia: incontro a Budapest tra Orbán e Kristersson

Gaza, cosa prevede il piano post guerra di Netanyahu

Austria, l'ex cancelliere Sebastian Kurz condannato per falsa testimonianza