Fase 2: Jesolo e Bibione, movimento verso seconde case

Fase 2: Jesolo e Bibione, movimento verso seconde case
In base ordinanza Veneto, chiesti chiarimenti anche dall'estero
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - VENEZIA, 28 APR - Movimento sostenuto, controlli rafforzati e richieste di chiarimento perfino dall'estero per conoscere le disposizioni sulle manutenzioni delle seconde case in Veneto. E' il quadro della mattinata di Jesolo e Bibione, sul litorale veneziano, che da sole fanno 12 milioni di presenze turistiche l'anno. "Abbiamo notato un certo incremento di veicoli - spiegano dalla Polizia locale di Bibione- - fino ad ora non abbiamo sanzionato nessuno, perché le persone controllate all'ingresso della città avevano tutte titolo a entrare per procedere con lavori e manutenzioni". Il centralino del comando è stato preso d'assalto da richieste di chiarimenti sull'ordinanza del presidente Zaia: "Veniamo contattati da persone che abitano fuori regione: in maggioranza sono friulani, il confine è a pochi metri, ma anche da tutto il Nord Italia e molti anche dall'estero. Chiedono se possono venire a sistemare i loro immobili. A ognuno rispondiamo che questa facoltà è riservata esclusivamente ai residenti in Veneto". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

I Balcani occidentali guardano all'adesione all'Ue e accelerano la cooperazione regionale

Iran: si vota per rinnovare il Parlamento, sono le prime elezioni dopo le proteste del 2022

Emergenza siccità in Sicilia: acqua razionata per 850mila persone