Com.Diavolo, Covid peggio della guerra

Com.Diavolo, Covid peggio della guerra
Germano Nicolini, oggi ascolterò chi canta Bella Ciao al balcone
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLOGNA, 25 APR - "Il Coronavirus forse è peggio della guerra, perché il nemico è subdolo, non si vede. Noi partigiani potevamo difenderci". Lo dice all'ANSA, nel giorno della festa della Liberazione, Germano Nicolini, al secolo il 'Comandante Diavolo', 101 anni il prossimo 26 novembre. Considerato tra i più grandi simboli e protagonisti della Resistenza nella Seconda Guerra Mondiale, tra i migliori combattenti reggiani, medaglia d'argento al valore militare. "Oggi passerò le celebrazioni in casa come tutti. Starò ad ascoltare quelli che canteranno 'Bella Ciao' dal balcone. Spero siano tanti, soprattutto tra i giovani". E sulle polemiche politiche che si sono scatenate sull'opportunità di scendere in piazza per la commemorazione, il 'Diavolo' sentenzia: "Sulle polemiche strumentali e opportunistiche, stendiamo un pietoso velo di silenzio...".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni in Iran: la maggioranza dei seggi ai candidati ultraconservatori, astensionismo record

Le notizie del giorno | 04 marzo - Pomeridiane

Germania, ambientalisti occupano la foresta per protestare contro l'espansione della fabbrica Tesla