ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Da Lamezia ad Aosta a curare gli anziani

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – LAMEZIATERME (CATANZARO), 18 APR – “Davanti al
paziente non hai paura perché hai davanti una persona sofferente
e non pensi a nessun’altra cosa”. A parlare è Alessandra
Scarselletti, infermiera lametina che dal 10 marzo si trova a
Verres (Aosta). 47 anni, madre di due figlie, dopo 21 anni al
pronto soccorso di Lamezia Terme, da un anno presta servizio
all’ambulatorio cardiologico dell’ospedale ed è stata tra i
primi, a marzo, a rispondere all’appello della Protezione
civile: “Non potevo stare con le mani in mano, mentre al nord
Italia c’era bisogno di aiuto”. Ed è stata destinata in una
comunità con anziani, 19 positivi al Covid. La sua vita è
scandita dal “rituale” della vestizione e da quello della
svestizione. E’ quest’ultima, spiega, “mette ansia perché devi
evitare che le parti ‘sporche’ tocchino quelle pulite”. In
corsia i suoi occhi incontrano quelli degli anziani: “Come fai a
non pensare che sono persone? Come fai a non guardarli e cercare
di dare loro conforto anche quando ti chiedono ‘ma quando
muoio’?”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.