ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: Domenica delle palme in una San Pietro deserta

euronews_icons_loading
Covid-19: Domenica delle palme in una San Pietro deserta
Diritti d'autore  Ariel Schalit/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Le chiese hanno i portoni chiusi e nella Basilica di San Pietro, praticamente deserta, il Papa con pochi collaboratori ha celebrato la Domenica delle palme in diretta televisiva. Senza processioni, senza le solite migliaia di pellegrini a riempire la piazza brandendo ramoscelli di ulivo.

Un momento di gioia che il coronavirus ha strappato alla comunità cattolica mondiale e non solo. Così come accadrà per la Pasqua.

Domenica è stata anche la Giornata mondiale della gioventù. E proprio ai giovani Francesco ha chiesto di guardare ai "veri eroi che in questi giorni vengono alla luce: non sono quelli che hanno fama, soldi e successo, ma quelli che danno se stessi per servire gli altri", come ha fatto Gesù.

Nel quartiere cristiano di Gerusalemme i monaci francescani hanno portato i tradizionali ramoscelli ai residenti, per compensare la cancellazione della processione dal Monte degli ulivi alla Città vecchia.

In Israele più di 8000 persone hanno contratto il virus, sono 48 i morti.