ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Spagna, cronaca di una passeggiata (raccapricciante) all'interno di un ospedale

euronews_icons_loading
Spagna, cronaca di una passeggiata (raccapricciante) all'interno di un ospedale
Diritti d'autore  Jean-Francois Badias/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Una passeggiata raccapricciante all'interno dell'ospedale Severo Ochoa di Madrid, immagini e situazioni purtroppo abbastanza comuni in tempo di coronavirus.

Strutture del tutto stracolme, con pazienti "Covid-19 positivi" sistemati alla buona nei corridoi, i più fortunati sdraiati su letti, poltrone o sedie.

Altri, apparentemente più giovani, posizionati sul pavimento, adagiati su sottili stuoie.

Un medico del Pronto soccorso sbugiarda la versione fornita dal Governo circa la distribuzione di attrezzature e test.

"Non voglio essere coinvolto in faccende che non mi competono, non è questo il momento, ma quando sento in tv che c'è materiale sufficiente, e stamani io e i colleghi lamentiamo che invece non ce n'è assolutamente, non ci posso credere: quando questo fantomatico Comitato di crisi dice che abbiamo tutto, non è vero.

Quando dice che abbiamo 300.000 kit per i test, beh, fa piacere, ma quei kit devono essere usati da professionisti, da chi sa come farlo, altrimenti a cosa servono?".

Il dottore confessa la paura dei professionisti della salute non solo di infettarsi, ma di portare il coronavirus nelle loro famiglie.

A ciò si aggiunge la stanchezza e la mancanza di giorni liberi a causa della malattia dei colleghi infetti.

Nella regione di Madrid, oltre ai pazienti ospedalizzati che portano al collasso i centri medici, ci sono decine di migliaia di persone con sintomi lievi che non sono mai state testate e rimangono a casa, in cura attraverso assistenza telefonica.

Un (altro) Paese in crisi

Dopo quasi due settimane di quarantena per i cittadini, lo stato di allarme sarà prorogato fino all'11 aprile.

"Aiutiamo la Spagna anche con i fondi del bilancio dell'Unione Europea. La Spagna potrebbe ricevere circa 11 miliardi di euro del "Corona Response Investment Initiative".

Il Direttore del Centro di coordinamento dell'emergenza sanitaria, Fernando Simon, trova comunque un elemento positivo: ha riferito che l'aumento del 20% dei casi diagnosticati di Covid-19 è "inferiore" rispetto a quello registrato la scorsa settimana ed equivalente a quello osservato negli ultimi giorni. Per questo motivo, insiste sul fatto che la Spagna si stia avvicinando al picco della pandemia. Anche la vice premier Carmen Calvo è risultata positiva al Covid-19.

Il Governo ha annunciato un contratto di oltre 430 milioni di euro per 550 milioni di mascherine, 5,5 milioni di tamponi, 950 respiratori e 11 milioni di paia di guanti

Più della metà dei decessi è concentrata nella regione di Madrid, la più colpita dall'epidemia.