Associazione carabinieri in prima linea

Associazione carabinieri in prima linea
Contro il coronavirus. Tutti volontari, ex militari dell'Arma
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 16 MAR - Consegna di pasti caldi, farmaci e spesa, trasporto di dispositivi di protezione ad Asl e ospedali, messa a disposizione di ambulanze e dei relativi equipaggi, assistenza nei confronti delle fasce deboli. Queste alcune delle attività che quotidianamente e ormai da giorni i volontari dell'Associazione Nazionale Carabinieri stanno svolgendo in tutte le Regioni italiane per l'emergenza coronavirus. Sono tutti volontari tra i quali moltissimi Carabinieri non più in servizio che, dopo aver servito per una vita il Paese in uniforme, hanno vestito la divisa dell'Associazione e continuato a prestar fede al loro giuramento a favore della collettività. Si tratta di più di cento uomini e donne che da nord a sud si affiancano agli altri volontari ed alle Forze di polizia nel fornire servizi alla cittadinanza. In Lombardia, in particolare, sono state messe a disposizione 4 ambulanze per l'ospedale di Brescia, mentre altri nuclei sono stati attivati nei comuni di Milano, Monza, Varese, Brescia e Bergamo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Difesa: 20mila soldati Nato per l'esercitazione Nordic Response, in Albania inaugurata base a Kucova

Germania, incendio nella casa di riposo: quattro vittime e decine di feriti

Ucraina, militari tedeschi intercettati: tensioni tra Berlino e Mosca per missili Taurus