In fila per la spesa ma non c'è assalto

In fila per la spesa ma non c'è assalto
Cagliari, ingressi scaglionati alla Conad e avvisi ai clienti
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CAGLIARI, 10 MAR - Supermercati Conad di via dei Valenzani e via Jenner a Cagliari prima dell'apertura: un piccolo gruppo di clienti aspetta che si alzino le serrande. Ingresso scaglionato per mantenere le distanze, ma poi situazione tranquilla: non c'è ressa, all'interno c'è posto per tutti. E i vigilantes, visto che c'è lo spazio sufficiente per stare a un metro e mezzo uno dall'altro, non fermano le persone davanti alla porta scorrevole. Il martedì mattina dopo il decreto del governo che estende a tutta Italia la zona protetta per fermare il contagio da coronavirus, non c'è l'assalto agli scaffali. Il flusso di clienti è costante, non c'è accaparramento di prodotti specifici: è una spesa equilibrata. "Ogni venti minuti- spiega all'ANSA il titolare Carlo Argiolas - facciamo partire il messaggio con l'invito a mantenere le distanze. Ma i clienti sanno già tutto e fanno da soli senza bisogno di ulteriori istruzioni. Stiamo notando meno gente del solito al banco per l'acquisto dei prodotti che richiedono l'assistenza

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: Israele accetta la proposta per il cessate il fuoco, "ora spetta ad Hamas"

Mar Rosso: affonda la Rubymar attaccata dagli Houthi

Roma, il cancelliere tedesco Scholz a colloquio privato con Papa Francesco