Ambulanze Casalpusterlengo,noi al limite

Ambulanze Casalpusterlengo,noi al limite
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 07 MAR - E' una "situazione paradossale" quella di chi vive nella zona rossa "anche se ormai tutte le restrizioni sono diventate quasi la normalità": il comandante della Croce Casalese, associazione che si occupa del servizio ambulanze nell'area di Casalpusterlengo, Davide Orlandi racconta l'emergenza che si trova ad affrontare e che ormai è diventata la quotidianità. "Siamo al limite" spiega all'ANSA, con mezzi che devono portare i pazienti sempre più lontano, spesso senza poter rientrare in sede ma facendo il cambio degli equipaggi dove capita: alle pompe di benzina o lungo il tragitto. Solo un trenta, quaranta percento dei pazienti trasportati presenta i sintomi del coronavirus, perché il virus non ha annientato le altre malattie: c'è ancora chi ha problemi cardiaci, o si rompe una gamba cadendo. Ma il virus è ormai entrato nella vita di tutti. Non c'è nessuno che non abbia un amico o un parente positivo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Orban apre la campagna elettorale di Fidesz: "In Ucraina Bruxelles gioca col fuoco"

Iran-Israele, il conflitto è diretto: il pericolo di missili, raid e arsenali nucleari

New York, uomo si dà fuoco davanti al tribunale del processo a Donald Trump