Crede cinese infetto e lo aggredisce

Crede cinese infetto e lo aggredisce
Egiziano colpisce passante a Milano, arrestato per resistenza
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 4 MAR - Ha accusato un passante cinese di essere malato di coronavirus, lo ha colpito con una bottiglia di plastica e successivamente con una pietra al volto, infine ha aggredito i poliziotti che lo stavano fermando. Per questo un egiziano di 29 anni è stato arrestato dalla polizia per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale a Milano. L'episodio è avvenuto 21.25 di ieri in viale Puglie, dove il nordafricano ha incrociato il coetaneo cinese che stava rientrando a casa. Gli ha urlato contro di essere contagiato e lo ha colpito con una bottiglia presa da un cestino. Subito dopo si è allontanato ma il cinese lo ha seguito e intanto ha chiamato la polizia. I due hanno avuto una colluttazione, l'egiziano ha afferrato una pietra dal selciato e lo ha colpito in faccia provocandogli una leggera escoriazione. Intanto sono arrivati i poliziotti, che hanno dovuto usare lo spray al peperoncino per fermare il 29enne africano che si era scagliato contro di loro.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: la Russia consolida le posizioni intorno ad Avdiivka

Spagna: indagato per terrorismo l'indipendentista Carles Puigdemont

Le notizie del giorno | 29 febbraio - Serale