Pioli, serve spingere non timbrare il cartellino

Pioli, serve spingere non timbrare il cartellino
"Il mio futuro al Milan? Penso solo al presente e a fare bene"
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 21 FEB - Stefano Pioli non ammaina la speranza di una rimonta Champions, nonostante i 10 punti di svantaggio dall'Atalanta quarta: "E' il momento di spingere. Dobbiamo vincere più partite possibili, poi vedremo dove arriveremo. Roma e Atalanta sono davanti, dietro abbiamo squadre forti come il Napoli. L'obiettivo è raggiungere il massimo che possiamo. La voglia della squadra di dare il massimo si vede, dobbiamo dimostrare di essere degni di indossare questa maglia. Il segreto di tutto deve essere la passione: non possiamo venire qui e timbrare solo il cartellino. Dobbiamo pensare a lavorare bene, mangiare bene e riposare bene". L'allenatore del Milan, alla vigilia della gara contro la Fiorentina, taglia corto sulle voci che lo riguardano: "Che il tuo lavoro venga ritenuto positivo è una cosa che fa piacere. Nessun allenatore può essere confermato a prescindere dai risultati. Noi dobbiamo pensare a fare ogni domenica. Io non seguo tutte le voci e non posso parlare ogni volta del mio futuro. Io penso solo al presente, dobbiamo fare il massimo e poi vedremo cosa succederà. Al Milan si respira una bella atmosfera". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: l'Unrwa cessa le attività nel nord della Striscia, rifiutato il piano di Netanyahu

Ucraina: Meloni e von der Leyen a Kiev per il G7, il primo sotto la presidenza dell'Italia

Nuove sanzioni a Mosca dopo la morte di Navalny: colpite aziende cinesi, indiane e turche