ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Uccisa a Sassari, "amore non è possesso"

Uccisa a Sassari, "amore non è possesso"
"Capita troppo spesso, ma ora occorre perdonare"
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – SASSARI, 20 FEB – “In questi giorni di festa per il
carnevale, Zdenka ci ha riuniti qui e ci ha costretto a gettar
via la maschera di fronte all’atrocità del gesto di cui è stata
vittima. Quella stessa mano che in giorni felici ha stretto,
accarezzato e desiderato il suo volto, ha alzato il pugnale per
colpire e uccidere”. Così don Luca Collu, parroco della chiesa
di San Pantaleo, a Sorso (Sassari), ha invitato la comunità a
riflettere sul fatto che “troppo spesso si fa confusione tra
amore e possesso”, come ha rimarcato in una sorta di lettera
aperta con cui, nel giorno del suo funerale, si è rivolto
direttamente a Zdenka Krejcikova. La 41enne ceca viveva in paese da alcuni anni e qui è stata
accoltellata sabato scorso dal suo ex compagno, Francesco
Baingio Douglas Fadda, sassarese di 45 anni, che stamattina nel
corso dell’interrogatorio di garanzia col gip di Sassari si è
scusato per quel gesto e si è detto dispiaciuto. Citandolo, don
Collu ha esortato la folla che ha gremito la chiesa a cercare di
perdonare.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.