ULTIM'ORA
This content is not available in your region

1 gennaio 2020: quasi 400mila i bambini nati il primo giorno del nuovo anno

euronews_icons_loading
Unicef Twitting the just born baby in 2020
Unicef Twitting the just born baby in 2020   -  
Diritti d'autore
screenshot from UNicef's official Twitter account
Dimensioni di testo Aa Aa

Saranno circa 400mila i nuovi nati entro la prima giornata del 2020. La stima viene dall'Unicef, e tra di loro a emettere i primi vagiti, circa 1210 bambini italiani. Mentre il primo bimbo in assoluto a nascere, 10 minuti dopo la mezzanotte, viene dalle isole Figi.

Lo studio vuole essere anche di buon auspicio per la nascita dei bambini a livello globale, spiegano all'Unicef, un contesto che vede tra l'altro oltre la metà di queste nascite avvenire in 8 Stati:

1. India — 67,385

2. China — 46,299

3. Nigeria — 26,039

4. Pakistan — 16,787

5. Indonesia — 13,020

6. Stati Uniti d'America — 10,452

7. Repubblica Democratica del Congo — 10,247

8. Etiopia — 8,493

Non per tutti però, riferisce l'Unicef nel rapporto, potranno sperare di superare il 1 gennaio, come è accaduto già nel 2018, quando 2,5 milioni di bambini sono deceduti nel loro primo mese, e circa un terzo di loro proprio nel loro primo giorno di vita.

La maggior parte di questi decessi avvengono per cause che si potrebbero prevenire, come le nascite premature, o le complicazioni che sorgono durante il parto oppure le infezioni come la sepsi.

A questa scia di piccoli sfortunati si aggiungono, ogni anno, più di 2,5 milioni di bambini nati morti. C'è ancora molto da fare, chiede l'Unicef, in termini di investimenti in assunzioni, formazione e prevenzione.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.