ULTIM'ORA

Arrestati due dei criminali più ricercati d'Europa: erano in fuga da oltre 20 anni

Arrestati due dei criminali più ricercati d'Europa: erano in fuga da oltre 20 anni
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Due dei criminali più ricercati d'Europa sono stati arrestati dopo oltre 20 anni di latitanza. Si chiamano Jean-Claude Lacote, 53 anni, e la sua compagna Hilde van Acker, 56 anni, finiti in manette nella capitale economica della Costa d'Avorio, Abidjan, a inizio settimana, come ha scritto la polizia locale in un post su Facebook.

Le autorità europee davano loro la caccia da 23 anni per l'assassinio di un uomo d'affari britannico in Belgio ed erano nella lista dei più ricercati della polizia belga e di Europol. Un elenco di nomi che comprende anche quello di Matteo Messina Denaro, il boss della mafia siciliana.

Van Acker e Lacote, arrestati dalla gendarmeria della Costa d'Avorio

La vittima, Marcus Mitchell, fu ucciso a De Haan nel maggio 1996 dopo essere stato colpito due volte alla testa a distanza ravvicinata.

Secondo quanto riferito dalle autorità belghe, il britannico aveva prestato del denaro a Lacote prima di scoprire di essere stato truffato.

Lacote, cittadino francese, e Van Acker, cittadina belga, erano stati inizialmente arrestati ma successivamente rilasciati per mancanza di prove. Ne hanno approfittato per darsi alla fuga in Sudafrica e rifarsi una vita lì, prima di essere costretti a darsela a gambe un'altra volta.

Lacote era stato arrestato per un altro episodio in Sudafrica ma fino ad oggi le richieste di estradizione del Belgio e di altre nazioni europee erano finite nel vuoto.

Fuggito dal carcere nel 2008 assieme alla partner, nulla più si è saputo della sorte dei due fino al loro arresto ad Abidjan.

I due, condannati in contumacia nel 2011 all'ergastolo per l'omicidio di Marcus Mitchell, sono finiti alla sbarra anche in procedimenti separati in Francia e Germania, l'anno successivo.

Lacote, che non si è presentato all'udienza del 2012, è stato condannato a cinque anni di carcere per frode commessa con una banda organizzata, minacce di morte e associazione a delinquere. Nel frattempo, Van Acker, presente all'udienza, era stata condannata a due anni come complice.

Dopo gli arresti di questa settimana, non è ancora chiaro quali saranno i prossimi passi per l'estradizione. Euronews ha contattato le autorità belghe per un commento.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.