ULTIM'ORA

Whatsapp segnala autovelox, 62 indagati

Whatsapp segnala autovelox, 62 indagati
Comunicavano anche la presenza di pattuglie nell'Agrigentino
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – AGRIGENTO, 19 NOV – Avevano messo su un gruppo
Whatsapp, chiamato in siciliano “Uomini immiezzu a via” (uomini
in mezzo alla strada), per comunicare la presenza di autovelox e
di posti di blocco delle forze dell’ordine. Oggi il pm di
Agrigento, Paola Vetro, ha notificato un avviso di conclusione
dell’inchiesta a 62 indagati, quasi tutti di Canicattì (Ag), tra
i 30 e i 40 anni, che erano stati denunciati, dal commissariato
di Canicattì per interruzione di pubblico servizio in concorso. L’indagine è scaturita dal ritrovamento casuale del cellulare
di uno degli iscritti al gruppo. Nella lista degli indagati, nei
cui confronti si profila la richiesta di rinvio a giudizio o la
citazione diretta, anche autisti di ambulanze e camionisti. Con l’avviso di conclusione indagini, i difensori – fra gli
altri gli avvocati Calogero Lo Giudice, Luigi Troja, Calogero
Meli, Paolo Ingrao e Giovanni Salvaggio – potranno provare a
evitare il processo producendo memorie difensive o chiedendo un
interrogatorio dei propri assistiti.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.