ULTIM'ORA

Scuola: appalti, 16 mila posti a rischio

Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ROMA, 13 NOV – “Chiediamo al più presto l’apertura
di un tavolo istituzionale. Il Governo convochi le
parti datoriali: le nostre imprese sono pronte al confronto per
trovare una soluzione, ed evitare un vero e proprio
salto nel buio ai lavoratori e le loro famiglie. Fermare gli
appalti nelle scuole è anacronistico, dannoso per le
imprese, per il mondo scolastico e per i lavoratori”. Lo hanno detto oggi i vertici di ANIP-Confindustria, Legacoop
Produzione e Servizi, Confcooperative Lavoro e Servizi.
L’iniziativa unitaria è servita a spiegare le ragioni della
contrarietà al provvedimento che, come prima conseguenza, vedrà
16mila procedure di licenziamento a fronte di 11263 unità che
verranno riassunte, secondo il Miur, da gennaio 2020. Numero palesemente insufficiente – per i relatori di oggi –
a coprire il fabbisogno di oltre 30mila plessi scolastici in
Italia.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.