EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

'Iraq non sicuro per qualificazioni'

'Iraq non sicuro per qualificazioni'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA-AP) - ZURIGO, 6 NOV - L'Iraq non è un paese abbastanza sicuro per ospitare le partite di qualificazione ai Mondiali del 2022 contro l'Iran e il Bahrain. E' quanto sostiene la Fifa che ha chiesto alla federazione calcistica irachena "di scegliere un sede neutrale" per le partite del 14 e 19 novembre. Le partite dovevano essere giocate a Bassora, nel sud del Paese meridionale dove il mese scorso la nazionale di calcio dell'Iraq era tornata a giocare una gara casalinga. L'Iraq ha giocato in casa raramente sin dagli anni '80 a causa di problemi di sicurezza. Le turbolenze in Iraq nelle ultime settimane sono state alimentate dalla crisi economica e all'insoddisfazione per l'influenza politica dell'Iran. La vittoria per 2-0 dell'Iraq su Hong Kong a Bassora il mese scorso ha lanciato la nazionale irachena ai vertici del gruppo di qualificazione dove saranno due le squadre a qualificarsi per il turno successivo delle qualificazioni ai Mondiali del 2022 in Qatar.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Calcio, il francese Kylian Mbappé mette in guardia dagli estremismi prima delle elezioni

Festa per l'Eid al-Adha: migliaia di pellegrini musulmani celebrano i riti finali dell'Hajj

Riportate tutti a casa: Migliaia di persone a Tel Aviv chiedono il rilascio degli ostaggi di Hamas