EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Abusi, dissequestro villa sindaco Olbia

Abusi, dissequestro villa sindaco Olbia
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - SASSARI, 4 NOV - Il Tribunale del riesame di Sassari ha dissequestrato parzialmente la villa del sindaco di Olbia ed ex parlamentare di Forza Italia, Settimo Nizzi, situata a Terrata, nel vicino comune di Golfo Aranci. I giudici hanno confermato il sequestro della sola cantina in cui, secondo la procura di Tempio Pausania, sarebbe stata realizzata una cucina. Accogliendo le richieste degli avvocati difensori di Nizzi, Sergio Deiana e Leonardo Salvemini, il collegio presieduto da Salvatore Marinaro ha fatto cadere le accuse più pesanti contro il primo cittadino olbiese, la cui villa era stata posta sotto sequestro il 22 ottobre scorso. "Abbiamo dimostrato che la villa è stata costruita secondo le norme e con tutte le autorizzazioni necessarie - commenta l'avvocato Deiana - aspettiamo di conoscere le motivazioni della decisione dei giudici per valutare un eventuale ricorso in Cassazione contro il sequestro della cantina".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, esercito Israele decide pausa di 11 ore per aiuti umanitari: governo si oppone

Russia, sequestro di guardie in un carcere a Rostov: uccisi detenuti dell'Isis da forze speciali

Guerra a Gaza: 8 soldati Idf morti nell'esplosione di un blindato, strutture sanitarie al collasso