Banca delle visite, a chi non può pagare

Banca delle visite, a chi non può pagare
Progetto in tutta Italia, finora erogate 1000 prestazioni
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 30 OTT -Un progetto pensato per aiutare le persone più bisognose che non possono permettersi visite mediche a pagamento. E' la Banca delle Visite, una reinterpretazione del "caffè sospeso" applicato alla sanità: privati cittadini o aziende, tramite web, possono acquistare una prestazione sanitaria che rimane 'sospesa', custodita nel portale della banca, fino a quando una persona indigente non la richiede. Fino ad oggi - riferisce la stessa banca - in tutta Italia sono state erogata circa mille di queste visite. Nata nel 2017, come progetto pilota in Puglia, la Banca delle visite è stata poi adottata dalla fondazione Health Italia che l'ha resa un'iniziativa nazionale. "Fino ad oggi siamo riusciti a donare circa mille visite e abbiamo tanti volontari sul territorio", racconta, interpellato dall'ANSA, il coordinatore nazionale Antonello Ceci.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'attività russa ad Adiivka "è rallentata drasticamente" dopo la conquista della città

Grecia, protesta degli agricoltori ad Atene: almeno duecento trattori

Londra, inizia l'ultima udienza per l'estradizione di Assange: negli Usa rischia 175 anni di carcere