ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Figlia ricorda Gimondi'mi manca sguardo'

Figlia ricorda Gimondi'mi manca sguardo'
Norma 'mamma diceva che lui era fidanzato con Merckx'
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – ROMA, 26 OTT – ‘‘E’ stato un papa’ severo perche’ ci
ha inculcato quello che a sua volta aveva ricevuto dalla sua
famiglia, il concetto della fatica, del rispetto e
dell’impegno’‘. Norma Gimondi parla per la prima volta dalla
morte del padre a Dribbling su Raidue. ‘‘All’Università, a
Milano, mi sono laureata molto bene, ma ogni tanto quando avevo
un esame mi dicevo ‘forse vado alla prossima sessione’, papa’
replicava: ‘No, ricordati che quando c’erano le gare io andavo
sempre, mi sono ritirato solo una volta perche’ non stavo bene.
Quando si iniziano le cose si portano a termine”. Un gesto di suo padre che le manca piu’ degli altri?
“Non era un papa’ da grandi slanci, da grandi abbracci e
carezze, ma bastava lo sguardo, quindi mi manca il suo
sguardo”. E la sfida con Merckx: “Mia madre a mio padre diceva:
Eddie e’ la tua fidanzata. Quando parlavano di Eddie gli si
illuminavano gli occhi. Loro si cercavano sempre, quando
andavano al Tour o al Giro si cercavano reciprocamente per
salutarsi e abbracciarsi”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.