Pizzo clan su lavori per le Universiadi

Pizzo clan su lavori per le Universiadi
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 17 OTT - Sono accusati di avere chiesto il pizzo a una ditta che stava ristrutturando il complesso sportivo Palavesuvio di Ponticelli, a Napoli, nell'ambito dei lavori per le Universiadi 2019 che si sono tenute in Campania la scorsa estate. La Squadra Mobile di Napoli, coordinata dalla DDA, ha arrestato due persone ritenute legate al clan Aprea, De Luca Bossa e Minichini, dei quartieri di Barra, San Giovanni a Teduccio e Ponticelli. Si tratta di Salvatore Belpasso e Antonio Assante, di 42 e 49 anni, a cui si contestano, a vario titolo, la tentata estorsione e, in concorso, la violenza privata con l'aggravante di avere agito per favorire la camorra. Belpasso è anche accusato di avere tentato un'estorsione a due ditte consorziate impegnate nel rifacimento delle coperture e nella rimozione dell'amianto sul cantiere "Eav" di Ponticelli. Tentativi perpetrati il 6 e 7 maggio e denunciati l'8 maggio: al capocantiere avrebbe intimato di chiedere ai responsabili di presentarsi "agli amici di Barra". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, aumentano gli aiuti umanitari ma preoccupa la crisi idrica

È morto Roberto Cavalli, lo stilista fiorentino aveva 83 anni

Le notizie del giorno | 12 aprile - Serale