ULTIM'ORA

Inchiesta peculato su carcere Cagliari

Inchiesta peculato su carcere Cagliari
Gli indagati sono 12, tra loro anche dirigenti pubblici
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CAGLIARI, 17 OTT – Lavori “mai eseguiti oppure
pagati due volte”, oppure “non conformi” oltre a costi più
elevati per i materiali: una lunga lista di interventi-fantasma
che, secondo l’accusa, hanno fatto sborsare allo Stato circa 80
milioni di euro per la realizzazione del carcere di Uta
(Cagliari), anche se poi le opere ed i materiali ammonterebbero
a 60 milioni. È dunque di 20 milioni di euro il peculato
ipotizzato dalla Procura di Cagliari in una inchiesta che si è
appena chiusa con 12 indagati ai quali sono stati inviati gli
avvisi di conclusione delle indagini preliminari. Tra loro
impresari, tecnici, collaudatori e massimi dirigenti pubblici
che hanno lavorato per anni alla costruzione del carcere.
L’indagine, eseguita dai carabinieri della sezione di polizia
giudiziaria della Procura di Cagliari – come riporta L’Unione
Sarda – è nata da alcuni esposti arrivati nel 2014 su presunte
inadeguatezze del carcere, ma poi si è rapidamente concentrata
sul mega-appalto pubblico per la sua realizzazione.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.