ULTIM'ORA

Mondiali di rugby: cancellata Italia-Nuova Zelanda per colpa di questo tifone

Mondiali di rugby: cancellata Italia-Nuova Zelanda per colpa di questo tifone
Diritti d'autore
Credits: Windy.com
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Salta l'attesa sfida dell'Italia contro gli All Blacks. Gli organizzatori dei Mondiali di rugby hanno dovuto infatti cancellare in via precauzionale le partite in programma sabato in Giappone per l'arrivo anticipato del tifone Hagibis.

L'agenzia meteorologica giapponese avverte infatti che il potente tifone potrebbe portare pericolose piogge torrenziali nelle parti centrali del Paese proprio tra sabato e domenica, durante l'ultima giornata della fase a gironi del torneo. I match Inghilterra-Francia di Yokohama e quello Italia-Nuova Zelanda di Toyota sono stati quindi annullati per motivi di sicurezza, per la prima volta nella storia della Coppa del Mondo. Le partite annullate a causa del maltempo verranno registrate come pareggi senza punteggio e ogni squadra otterrà due punti competizione.

Se avesse vinto contro gli All Blacks, con il punto bonus l'Italia sarebbe approdata ai quarti di finale. Gli Azzurri chiudono così al terzo posto - miglior risultato di sempre per i nostri colori - con 12 punti alle spalle delle qualificate Nuova Zelanda (16) e Sudafrica (15).

Dei match in calendario sabato si giocherà solamente Irlanda-Samoa. "La decisione di annullare le partite non è stata presa alla leggera ed è stata presa nell'interesse del pubblico, delle squadre, del personale del torneo e della sicurezza dei volontari, sulla base di consigli degli esperti e di informazioni meteorologiche dettagliate", hanno scritto gli organizzatori del torneo in un comunicato.

Secondo l'agenzia meteorologica giapponese, Hagibis sarà la tempesta più forte dell'anno ad abbattersi sul paese.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.